L’errore più diffuso è pensare che la cellulite sia dovuta esclusivamente all’accumulo di grasso.
Con questo termine si intende invece una particolare condizione morfologica causata da ristagno di liquidi nei tessuti, dovuto ad un cambiamento della circolazione sanguigna e linfatica.

È una vera e propria malattia del tessuto connettivo, che colpisce sia gli strati profondi della pelle che quelli più superficiali, provocando alterazioni che possono essere percepite al tatto e a occhio nudo.

Per eliminare o ridurre la cellulite non basta perdere peso, anzi, a volte la perdita di peso, che riguarda in maggior misura la parte alta del corpo, peggiora il difetto. Questo perché il grasso localizzato nelle regioni interessate dalla cellulite sembra non rispondere agli stimoli lipolitici della dieta ipocalorica.

Tra le tante procedure che possono essere eseguite per il trattamento della cellulite, la liposcultura, profonda e superficiale, è quella che ottiene i migliori risultati perché agisce sul rimodellamento del grasso corporeo e rompe i setti connettivali che provocano la retrazione cutanea.

cellulite

Lascia un commento