Come ogni anno sono tantissime le manifestazioni in tutta Italia e in tutto il mondo che hanno come protagonista la prevenzione del tumore alla mammella.

Alcune informazioni utili su questa patologia:

Vi sono diversi fattori di rischio per il cancro al seno, anche se solo alcuni di essi sono prevenibili.

  1. L’età: più del 75 per cento dei casi di tumore del seno colpisce donne sopra i 50 anni.
  2. La familiarità: circa il 5-7 per cento delle donne con tumore al seno ha più di un familiare stretto malato (soprattutto nei casi giovanili).
  3. Vi sono anche alcuni geni che predispongono a questo tipo di tumore: sono il BRCA1 e il BRCA2. Le mutazioni di questi geni sono responsabili del 50 per cento circa delle forme ereditarie di cancro del seno e dell’ovaio.
  4. Gli ormoni: svariati studi hanno dimostrato che un uso eccessivo di estrogeni (gli ormoni femminili per eccellenza) facilitano la comparsa del cancro al seno. Per questo tutti i fattori che ne aumentano la presenza hanno un effetto negativo e viceversa (per esempio, le gravidanze, che riducono la produzione degli estrogeni da parte dell’organismo, hanno un effetto protettivo).
  5. Le alterazioni del seno, le cisti e i fibroadenomi che si possono rilevare con un esame del seno non aumentano il rischio di cancro. Sono invece da tenere sotto controllo i seni che alle prime mammografie dimostrano un tessuto molto denso o addirittura una forma benigna di crescita cellulare chiamata iperplasia del seno.
    Anche l’obesità  e il fumo  hanno effetti negativi.

Il mese di ottobre è dedicato alla prevenzione perché i controlli annuali devono essere considerati come un modo di prendersi cura di noi! Non trascuratevi!